Pausa pranzo

Beh uno deve pure mangiare, ma perchè farlo male, di corsa e senza gusto? Da quando, un paio di giorni alla settimana, sono fisso in p.zza Velasca, non trovando nulla di particolarmente appetitoso nelle immediate vicinanze, mi sono preso la briga di girovagare alla ricerca di qualche locale che avesse qualche cosa in più da offrire.

Gironzola e gironzola e un giorno ecco spuntare un paio di tende rosse, ma del rosso giusto, inclinate, ma con la giusta inclinazione, mi avvicino e orpolina, dietro ad una vetrina una ragazza con una grossa e rossa affettatrice, un banco di ingredienti, due forni al quarzo e tante piadine, ma anche un banco di gastronomia pieno di cibarie, molto invitanti, un cartello con i panini del giorno che non sono mai i SOLITI panini.

Entro ordino il panino del giorno e gusto, gusto, altro che, se gusto. Finalmente.

Gaastronomia Civelli, specialità panini.

Siamo in c.so Italia a Milano, il sig. Civelli con il cappello da cuoco è lì presente, ci mette la faccia oltre al sapore e così la moglie e almeno due figli, bello così, mi piace.

Beh spendi un po’ di più che non ai baretti stile catena di montaggio, ma vuoi mettere? Ne vale la pena, altro che se ne vale la pena.

Quindi se passate e avete un po’ di appetito, o non avete voglia di cucinare a casa, fate un salto in questo angolino di Milano che propone ancora qualche sapore vero.

Per chi si muove solo sulla mappa ecco dov’è:

Civelli – Google maps

Ci voleva un francese per recensire una gastronomia italiana, mah. (quello che l’ha fatto su google, non io, io non sono francese, nemmeno un po’)

Buon appetito!

Troia il cavallo e l’assedio

Ci è sorto un dubbio, ma ad assediare Troia sono stati gli ateniesi o gli spartani? Beh pronti via il dubbio che fossero stati gli spartani è sorto ed era anche giustificato, i bellicosi spartani di certo si saranno incaponiti a conquistare la città non gli ateniesi, che erano solitamente dediti ad attività più pacifiche, ma poi pensandoci bene potevano mai gli spartani perdere tutto quel tempo? Noooo, gli spartani avrebbero raso al suono tutto in un attimo, ma quale assedio, quelli si sarebbero attivati immediatemente per catapultare dentro alle mura, barili di cavallette per far loro terminare tutte le provviste, poi cinghiali inferociti, ma figuriamoci.

Quindi sono stati di sicuro gli ateniesi, che stanchi di disquisire sulla polis e altre amenità simili hanno pensato bene di conquistare la città con una certa classe non c’è che dire.

E invece no, il ratto di Elena (non che fosse brutta da intendersi come rapimento) fece girare talmente tanto le palle ai greci che si sono messi tutti insieme, per conquistare Troia, anche se l’inizio dell’incazzatura lo si deve agli Achei, la terza popolazione greca dopo Ioni ed Eoli.

Ma insomma per chi volesse ripassare un po’ sull’argomento:

La guerra di Troia

Ricerche

Da oggi, dopo essermelo proposto parecchie volte, inizio una sorta di rubrica, la o le curiosità che incontro durante ciascuna giornata verranno postate con link alle spiegazioni trovate in internet, con l’aggiunta se occorre di qualche commento.